Ricette

Polenta mista con salsiccia e casera

……..polenta…..me stai a provoca’…..e io te magno….non sapevo se valeva la pena di postare questa ricetta…..poi l’ho mangiata…..
POLENTA MISTA CON SALSICCIA E CASERA
125 g d farina (gialla/saraceno)
80 g di salsiccetta
80 g di casera valtellina
10 g di burro
4/5 foglioline di salvia
1 rametto di rosmarino
500 ml di acqua
prezzemolo o erba cipollina


Preparazione
Facciamo bollire un pentolino di acqua, mettiamo la farina e facciamo cuocere x circa trentacinque minuti. Alla cottura facciamo raffreddare abbastanza rapidamente. Intanto peliamo la salsiccetta, la mischiamo un po’ poi le diamo una battuta con il coltello. Prendiamo un padellino e a secco, senza farla attaccare le diamo una scottata suo due lati. Con un coppapasta creiamo un medaglione e lo stesso faremo con il formaggio e la polenta quando sara’ fredda. A questo punto componiamo con polenta, salsiccia, polenta, formaggio e finiamo con un ultimo medaglione di polenta. Sull’ultimo medaglione mettiamo tre pezzetti di burro e qualche fogliolina di salvia e qualche aghetto di rosmarino. Accendiamo il forno e portiamolo a 200′, poi mettiamo la nostra composizione e facciamo cuocere x circa 10 minuti. Leviamo dal forno, impiattiamo magari spolverizzando il piatto con prezzemolo o erba cipollina, e….gnammm…..
Godete!!!

polenta salsiccia caserapolenta sals case

 

Gamberoni rossi in crema alle erbe

……..il pranzo x molti deve essere una ‘cosa’ leggera e veloce…..specie se si ha un pomeriggio intenso…..di lavoro…
GAMBERONI ROSSI IN CREMA ALLE ERBE
Ingredienti
5 gamberoni rossi freschi
olio evo
1 mazzetto di erba cipollina
1 mazzetto di prezzemolo
1 rametto di maggiorana
5 foglioline di timo
1 spicchio di aglio
sale
pepe


Preparazione
Puliamo i gamberoni levando la testa e i gusci e teniamoli da parte. Ricordiamoci di levare anche il filetto nero del gamberone. I gusci e le teste li mettiamo in un pentolino, a secco, e li facciamo tostare a fiamma vivace. Intanto prendiamo le erbe e le tritiamo fini. Poi padella antiadente, un giro di olio evo, lo spicchio di aglio schiacciato, scaldiamo, mettiamo le erbe che rilasceranno il loro aroma, poi i gamberoni e li facciamo saltare x un minuto su ogni lato. Intanto creiamo il sughetto con i gusci e i carapaci che nel pentolino avranno cambiato leggermente colore. Prendiamo un bicchiere di acqua gelata e versiamola nel pentolino. Lasciamo un momento a mollo, poi filtriamo il sughetto e lo mettiamo in padella con i gamberoni e le erbe. Facciamo cuocere x altri 5 minuti a fuoco basso e coperto x far stringere un po’ il sugo. Spegniamo poi il fuoco, saliamo e pepiamo, impiattiamo e…..gnammm…..

gamber erbe

Tempura di calamari gamberi e zucchine

……questa ricetta l’ho gia’ proposta qui che in un paio di servizi….la adoro e quando ho la materia prima fresca….. non posso non farla…..
TEMPURA DI CALAMARI GAMBERI E ZUCCHINE
Ingredienti x 2 tempura
2 calamari
10 gamberoni
1 zucchina
olio di pannocchia
1 uovo
acqua gassata
farina bianca
sale
limone


Preparazione
La piu’ grossa differenza tra un fritto scialbo e uno bello croccante la fanno una pastella coi fiocchi e l’olio giusto. Quindi cominciamo facendo la pastella. Ciotola, acqua gassata, uovo e sbattiamo…. poi poco x volta aggiungiamo farina bianca fino a raggiungere la densita’ giusta. Copriamo con un panno e lasciamo riposare x circa mezzora. Intanto puliamo il pesce, sgusciamo i gamberoni, peliamo i calamari e leviamo l’osso. Tagliamo la zucchina a fiammiferi e mettiamo da parte. Prendiamo la padella friggitrice, mettiamo l’olio di semi di mais, facciamo scaldare e poi, a 5/6 pezzi x volta, facciamo friggere pesci e zucchine fino a fargli prendere un bel colore dorato. Asciughiamo con della carta da cucina, salamo, spruzziamo con limone, impiattiamo e…..gnammm……

tempura cal gam zuc

Vitello tonnato

……..se una ricetta come questa……sono cosi’ tanti anni che passa sulle tavole italiane…..restando comunque un grande classico……un motivo ci sara’..

Ingredienti x 2 persone
600 g di magatello
1 carota
1 cipolla
1 gamba di sedano
1 spicchio di aglio
3 uova
100 g di tonno sgocciolato
10+10 capperi
6 acciughe
1/2 lt di acqua
olio evo


Preparazione
Prendiamo una bella pentola a bordi alti, ci mettiamo due giri abbondanti di olio evo e ci adagiamo il magatello. Accendiamo e facciamo rosolare x qualche momento su tutti i lati. Intanto puliamo una carota, una cipolla, una gamba di sedano e uno spicchio di aglio. Tagliamoli a pezzi e mettiamoli in pentola. Copriamo fino a meta’ di acqua e facciamo cuocere x circa due ore a fuoco lento e coperto, girando ogni tanto. Intanto sodiamo le uova (11 minuti dal bollore), sgoccioliamo il tonno e mettiamo tutto nel mixer insieme a meta’ capperi, alle acciughe e a un mestolino di brodo di carne. Frulliamo tutto e al max aggiungiamo un goccio di brodo se la salsa rimane dura. Tocco finale un cucchiaio di maionese.
Alla cottura della carne, lasciamo raffreddare poi tagliamo a fette, mischiamo con la salsa tonnata, impiattiamo, mettiamo i capperi rimanenti e…..gnamm…..
P.S. non buttate il brodo per carita’ …..potrete fare un ottimo risotto….

vitello tonnato

Costolette di agnello panate alle erbecon caponata croccante di verdure

………quando arrivi al punto che ti chiedono di fare delle precise ricette…….la mia autostima accresce di uno step…..e mi sento soddisfatto…..di me stesso….

Ingredienti x 2 persone
6 costolette di agnello
1 panino raffermo
1 uovo
1 mazzetto di prezzemolo
1 rametto di timo
1 rametto di rosmarino
2 zucchine
2 carote
6 noci
10 asparagi
3 foglie di basilico
sale
olio evo


Preparazione
Cominciamo preparando la caponata. Tagliamo a pezzetti piccoli le carote e le zucchine e mettiamo a scottare in un pentolino d’acqua gli asparagi. Prendiamo una padella antiaderente, un giro di olio e mettiamo le verdure a cuocere insieme a tre foglioline di basilico. Lasciamo cuocere x circa una ventina di minuti. Sgusciamo le noci, con un pestello le faccaimo a pezzetti e le mettiamo da parte. Ora possiamo pensare alle costolette. Nel mixer mettiamo il panino raffermo, le erbe e tritiamo tutto cosi’ da ottenere una panatura verde e gustosa. Sgusciamo un uovo e sbattiamolo in una scodella con un pizzico di sale. Leviamo gli asparagi scottati, tagliamo le punte in due, li aggiungiamo alla padella delle verdure e finiamo di cuocerle x altri tre minuti circa. Impaniamo le costolette, passandole prima nell’uovo e poi nella panatura che sara’ molto morbida e si attacchera’ molto bene alla carne. Prendiamo una padella antiaderente, un giro di olio, facciamo scaldare, poi aggiungiamo le costolette e lasciamole cuocere un paio di minuti al max x lato (senno’ diventano dure). Asciughiamo su carta cucina, leviamo le verdure e le mettiamo in una scodellina dove aggiungeremo le noci a pezzetti e un giro di olio evo. Mescoliamo poi componiamo il piatto. Se volete fare come ho fatto io, con un coppapasta piccolo tondo creiamo tre basi di caponata croccante e appoggiamo sopra ognuna una costoletta. Una salatina leggera e….gnammm……

costolet agn erb capon

 

Filetto di maiale in salsa ‘beurre blanc’ alle erbe e senape leggera

……..un bel taglio di carne…….
………una nuova salsa……….
qualcos’ altro che dia un po’ di verve al piatto…..e una ricetta fantastica e’ servita…..

Ingredienti x 2 persone
6 filettini di maiale
1 scalogno
4 cucchiai di aceto
1 mazzetto di prezzemolo
150 g di burro
sale
2 cucchiai di senape
1 cucchiaio di ricotta
olio evo


Preparazione
Per prima cosa prepariamo le salse. X fare la crema leggera di senape che possiamo lasciare fredda, prendiamo una scodella, due cucchiai di senape e uno di ricotta stemperato in un cucchiaio di olio evo. Mescoliamo e mettiamo da parte. Ora possiamo fare la ‘beurre blanc’ che e’ un po’ piu’ elaborata. In un pentolino mettiamo uno scalogno tritato e quattro cucchiai di aceto. Cuociamo finche’ non si restringe, poi tagliamo il burro in quattro pezzi e mettiamolo un attimo da parte. Regoliamo di sale. Prendiamo un’altro pentolino, un po’ piu’ grande del precedente, mettiamo dell’acqua e portiamo a bollore. Inseriamo il pentolino piu’ piccolo in quello piu’ grande e con il metodo del bagnomaria, uno per volta facciamo sciogliere il burro e insieme mettiamo anche il prezzemolo tritato. A scioglimento ultimato, trasferiamo tutto nel bicchiere del mixer e mixiamo tutto. Se risultera’ cremosa e’ pronta. Prendiamo una padella e a secco facciamo cuocere i filetti un paio di minuti x lato. Componiamo il piatto: di base la ‘beurre blanc’ alle erbe, i filetti di maiale, sgoccioliamo la senape sul piatto e……gnammm……

filetto di maiale senape

Amici per la p…..olenta (medaglioni di polenta con gamberi e capesante con salsa allo zafferano)

…….quando guardo le ricette degli altri……specie di quelli bravi davvero……vedo che tentano sempre di ‘colpire’ con i colori…..i sapori nuovi….. gli abbinamenti sorprendenti…..e allora ci ho provato anche io……….

(medaglioni di polenta con gamberi e capesante con salsa allo zafferano)
Ingredienti x 3 persone
250 g di farina gialla
800 ml di acqua
3 capesante
3 gamberoni
80 ml di latte
2 cucchiai di panna da cucina
1 bustina di zafferano
sale
olio evo
Preparazione
Per prima cosa dobbiamo preparare la polenta. Facciamo bollire un pentolino di acqua salata e al bollore mettiamo a cascatella la farina gialla e cominciamo a mescolare. Teniamola spesso controllata e facciamo cuocere x circa 35/40 minuti. Quando la polenta sara’ pronta mettiamola a raffreddare finche’ non si sara’ compattata. A questo punto dobbiamo preparare il pesce. Puliamo le capesante ricordandoci di levare il muscolo che le tiene attaccate alla conchiglia. Sgusciamo i gamberoni ricordandoci di levare il filetto nero che corre lungo tuto il corpo. Prendiamo un padedllino antiaderente, un giro di olio evo e facciamo scaldare. Mettiamo poi i frutti di mare in padella e facciamoli rosolare x non piu’ di un minuto x lato. Nel frattempo, molto velocemente prendiamo un pentolino, facciamo bollire il latte, aggiungiamo la panna e lo zafferano e facciamo restringere. Dalla polenta recuperiamo tre medaglioni con un coppapasta. Impiattiamo i medaglioni, appoggiamo capesante e gamberoni e bagniamo leggermente con la salsa allo zafferano. E……gnammmm……

polenta cap e gamb

Tartare di polpo e gamberi in salsa citronette

……..oggi volevo ‘provarmi’ che davvero e’ arrivata la bella stagione……e alllora una ricettina fresca e saporita…..

Ingredienti x 2 persone
60 g di gamberi
60 g di polpo
8 cozze
2 vongole
1 mazzetto di prezzemolo
olio evo qb
1 limone il succo
sale
pepe


Preparazione
Mettiamo una pentola di acqua a bollire e poi mettiamo a sbollentare i gamberi prima e dopo qualche momento il polpo che avremo fatto a pezzi. Lasciamo il polpo solo pochi momenti in acqua senno’ diventera’ gommoso e intanto prepariamo la salsa di condimento. Circa sei cucchiai di olio evo, il succo di un limone, sale e pepe. Assaggiate x capire e al max aggiungete qua e la a vostro gusto. Facciamo aprire in un padellino le cozze e le vongole che serviranno solo da accompagnamento. Sgusciamo solo le cozze e mettiamo da parte. Traitiamo il mazzetto di prezzemolo, poi scoliamo polpo e gamberi. Li mettiamo sul banco di lavoro e, a lama di coltello li sminuzziamo grossolanamente. Li aggiungiamo alla ciotola del condimento, mettiamo anche il prezzemolo e mescoliamo x amalgamare. Con un coppapasta formiamo la tartare, adagiamo le cozze in circolo, la vongola centrale e…..gnammm…..

tartare polpo e gambe

Polpette di manzo scalogno e erba cipollina con insalata croccante di radicchio e noci

……….polpetta……..e’ la parola che…..quando la sentivo da piccolo……mi faceva saltare sulla sedia……oggi con qualche ritocco spero di far saltare voi sulla sedia……

Ingredienti x 2 persone
250 g di trita di manzo
1 scalogno
1 mazzetto di erba cipollina
50 g di burro
150 g di radicchio verde trito
6 noci
sale
aceto
olio evo


Preparazione
Prepariamo x prima cosa le polpette: prendiamo uno scalogno e lo tritiamo molto fine, poi prendiamo il mazzetto di erba cipollina e tagliamo molto fine pure quello. Mischiamole tra loro poi aggiungiamo la carne trita e con calma la mischiamo con le mani x amalgamare bene i tre ingredienti. Formiamo dal composto le nostre polpette e mettiamole un attimo da parte x fare l’insalata. In una ciotola mettiamo il radicchio verde tritato (si trova gia’ pronto al super), sgusciamo le noci e con un coltello le tagliamo a piccoli pezzi. Mettiamole nella ciotola e condiamo con olio evo, sale e un goccio di aceto. Ora possiamo cuocere le polpette: prendiamo una padella antiaderente, una grossa noce di burro e facciamo sciogliere. Aggiungiamo le polpette e facciamole cuocere a piacere, io consiglio circa dieci minuti girandole un paio di volte. Intanto che loro cuociono prepariamo il piatto. Con l’aiuto di un piccolo coppapasta formiamo delle piccole torrette con l’insalata, poi leviamo le polpette e le poggiamo sopra…..serviamo e…..gnammmm….

polpette

Costolette di agnello brasate in glassa di vino rosso con polenta

…….ormai, secondo il mio modesto parere, non esistono piu’ la cucina povera, di paese….perche’ se riesci a dare una presentazione affascinante….tutto diventa cucina fantastica……

Ingredienti x 2 persone
200 g di farina gialla
750 ml di acqua
sale grosso
8 costolette di agnello
2 bicchieri di vino rosso
1 rametto di rosmarino
5 foglie di salvia
3 rametti di timo
pepe in grani
olio evo
sale


Preparazione
Mettete una pentola di acqua sul fuoco, saliamo e al bollore versiamo la farina e, continuando a mescolare, facciamo cuocere x circa 40 minuti. Intanto prepariamo sugo e costolette. Per il sugo, prendiamo un pentolino, un giro di olio evo, le erbe e facciamo rosolare s qualche secondo poi aggiungiamo il vino rosso, saliamo, mettiamo un apresina di grani di pepe nero e facciamo cuocere a fuoco basso x 15 minuti. Quando avra’ sfumato, alziamo il fuoco e facciamo rapprendere e glassare. Se nn doveste riuscire a restringere, fate il solito roux biondo ( 2/3 burro 1/3 farina bianca) sul gas o in microonde e fate restringere. Quando la polenta sara’ pronta, prendete un padellino e, a secco, fate scottare le costolette, 30 secondi da ogni lato, poi mettiamole nel pentolino del sugo e finiamo la cottura x altri 2 minuti al massimo. Impiattiamo con un grosso medaglione di polenta e sopra le costolette brasate. E…….gnammmm…….

cost agne vino pole